fiocco dei malati oncologici

Cos’è l’oncologia e come funziona

Sebbene negli ultimi anni non si fa altro che parlare di cancro, tanti studiosi impegnati nella ricerca hanno dimostrato che questa malattia sia presente già dai tempi degli antichi Egizi. Sicuramente, questa malattia da sempre spaventa chi n’è effetto e non, ma grazie ai progressi della ricerca, sembra che faccia meno paura.
Quando si parla di oncologia si intende quella branca della medicina che si occupa della diagnosi e della cura dei tumori. In particolare, l’oncologo è il medico specializzato nel trattamento del tumore che può specializzarsi anche nella radioterapia, nella chirurgia oppure può essere un esperto di terapie del cancro. In questo articolo andremo ad analizzare nel dettaglio cos’è l’oncologia e in quali branche si divide.

Cos’ è l’oncologia

L’oncologia è una branca della medicina che si occupa di tutto ciò che è legato alle malattie tumorali. Oltre alla diagnosi e al trattamento dei tumori, l’oncologia consiste in quelle pratiche volte a prevenire il cancro ed i tumori maligni.
Generalmente, l’oncologia si divide in tre branche:

  • L’oncologia medica: che si interessa della cura di qualsiasi tipo di tumore;
  • L’oncologia chirurgica: che si occupa della rimozione chirurgica dei tumori;
  • L’oncologia radioterapica: che riguarda la gestione dei pazienti che devono ricevere delle radiazioni ionizzanti.

Invece, a seconda della specializzazione dei medici oncologici possiamo distinguere:

  • Oncologia pediatrica: è una specializzazione medica che tratta solamente dei tumori infantili e in età adolescenziale;
  • Oncoematologia: è quel ramo della medicina che si occupa dei tumori del sangue e degli organi dell’apparato linfatico;
  • Oncologia dermatologica: è finalizzata alla cura e alla prevenzione dei tumori della pelle;
  • Oncologia ginecologica: si occupa del trattamento e della prevenzione dei tumori della sfera genitale femminile;
  • Oncologia gastrointestinale: tratta i pazienti malati di tumori dell’apparato digerente e epatobiliari;
  • Oncologia senologica: è finalizzata allo studio e alla prevenzione di malattie che riguardano la mammella.

Tumori: cosa sono e quali sono quelli più frequenti

I tumori, anche definiti neoplasie indicano delle patologie in cui, in una specifica zona del corpo, sono presenti delle cellule anomale che crescono in maniera incontrollata. L’origine del cancro può essere dovuta, essenzialmente, da cambiamenti epigenetici ovvero dalle mutazioni del DNA.
Ad oggi, possiamo distinguere due tipologie di tumori, quelli maligni e benigni. Questi ultimi sono una massa di cellule non invasive nei tessuti circostanti; al contrario, quelli maligni possono diffondersi e toccare gli altri organi dell’organismo.
Le tipologie di tumore sono davvero tante e stilare una lista è davvero difficile. In Italia, al momento i tumori più comuni sono:

  • Tumore al seno
  • Tumore ai polmoni
  • Tumore al colon
  • Tumore alla prostata
  • Tumore al fegato
  • Tumore al pancreas
  • Tumore al rene
  • Tumore allo stomaco
  • Tumore alle ovaie