pillole su di un tavolo

Farmaci con obbligo di ricetta: guida completa

Quando parliamo di ricetta medica ci riferiamo ad un documento scritto, redatto da un medico che consente al paziente di ottenere dal farmacista la consegna dei medicinali.
Esistono diversi modi per somministrare un farmaco: quelli con obbligo di ricetta medica ed i farmaci in cui non è necessaria una ricetta. Le ricette mediche possono essere distinte in diverse tipologie:

  • Ricetta del ricettario regionale: permette l’erogazione di farmaci e prestazioni a carico del servizio sanitario;
  • Ricetta “bianca” del ricettario personale del medico: permette l’erogazione delle prestazioni e dei farmaci;
  • Ricetta ministeriale a ricalco: serve per la prescrizione di sostanze psicotrope e stupefacenti, compilata in triplice copia, così da lasciare una copia al medico, una al paziente e una al farmacista;
  • Ricetta limitativa: può essere compilata solo da medici di una determinata branca specialistica oppure da medici operanti in centri ospedalieri.

In questo articolo vi presenteremo quali sono i farmaci con obbligo di ricetta medica e perché sono definiti così.

Farmaci con obbligo di ricetta: cosa sono

I farmaci con obbligo di ricetta sono quei farmaci che non possono essere venduti nelle farmacie se non sono prescritti da un medico. Questi farmaci se assunti senza un consulto medico possono presentare un pericolo per la nostra salute. Inoltre per capire se un farmaco ha o meno l’obbligo di ricetta basta guardare sulla scatola, la quale contiene l’indicazione “vendesi dietro prescrizione medica”.

Qualora vi sia urgenza di avere determinati farmaci e non si dispone della ricetta medica può rivolgersi al servizio di continuità assistenziale (Guardia medica). Ci sono casi in cui il farmacista può consegnare il farmaco anche in assenza di ricetta medica:

  • Il paziente deve esibire un documento rilasciato dall’autorità sanitaria attestante la patologia per la quale è indicato il farmaco. Inoltre tale documento deve essere in originale e firmato dal medico curante attestante la patologia cronica da cui il paziente è affetto;
  • La ricetta esibita deve avere validità ovvero non deve essere somministrata da oltre trenta giorni;
  • Conoscenza diretta da parte del farmacista dello stato di salute del paziente e del trattamento in corso.

I farmaci senza ricetta

I farmaci senza ricetta o comunemente chiamati farmaci da banco, sono i farmaci che è possibile acquistare senza bisogno di ricetta medica per curare disturbi lievi. Prima dell’acquisto di un farmaco senza la ricetta medica, è consigliato sempre chiedere al medico curante o al farmacista. Bisogna far presente eventuali allergie o intolleranze e leggere con attenzione il foglio illustrativo.
Inoltre, i medicinali senza obbligo di ricetta si dividono in due categorie:

  1. SOP (Senza obbligo di prescrizione) e in etichetta devono riportare la dicitura di “medicinale non soggetto a prescrizione medica”;
  2. OTC (dall’inglese “sopra il banco”), sono medicinali da banco o di automedicazione e possono essere oggetto di pubblicità presso il pubblico. Questi medicinali devono riportare in etichetta la dicitura “medicinale di automedicazione”.

Tipologie di medicinali soggetti a prescrizione medica

Sono diversi i medicinali con obbligo di prescrizione:

  • RR: sono medicinali che hanno bisogno di un controllo medico quindi necessitano di ricetta;
  • RNR: si tratta di medicinali da rinnovare di volta in volta in quanto possono causare dei problemi se utilizzati più volte.
  • RMS: sono medicinali spedibili solo su presentazione di ricetta medica speciale su modello ministeriale(stupefacenti);
  • RRL e RNRL: medicinali vendibili al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti;
  • OSP: si tratta di medicinali a prescrizione medica limitativa;
  • USPL: medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa, utilizzabili esclusivamente dallo specialista in ambulatorio.